Menu

La scappatella dell`India

Ron Blakey, NAU GeologyIl subcontinente Indiano si scontrò 50 millioni di anni fá con una spettacolare velocita di 20 cm all´anno con l´Asia, causando l´innalzamento della piú alta catena montuosa della terra - l' Himalaya. Ora forse si è capito il perché... Il subcontinente Indiano si scontrò 50 millioni di anni fá con una spettacolare velocita di 20 cm all´anno con l´Asia, causando l´innalzamento della catena montuosa dell`Himalaya. Già durante il Cretaceo l´India si staccò dal supercontinente Gondwana, formato dall`Africa ed Austroantartide, e si mosse con una velocita quasi 5 volte superiore alle normali velocità di placca (in media 4 cm/anno).

Leggi tutto...

Permafrost, riemergono bisonti ed batteri

Un gruppo di ricercatori ha scoperto la piu antica forma di vita ancora... in vita - un batterio vecchio almeno mezzo millione d´anni. Un gruppo di ricercatori ha scoperto la piu antica forma di vita ancora... in vita. La scoperta é stata fatta dal professore Eske Willerslev dell´Universita di Kopenhagen ed il suo team internazionale, che hanno trovato cellule di batteri nel permafrost del nord-west Canada, Siberia ed Antartide. Il DNA era ancora intatto ed funzionante, dopo piú di 500.000 anni. La scoperta potrebbe spiegare come cellule invecchiano ed riparano il DNA, cosi che possa restare funzionante dopo cosi tanto tempo, in piu getta nuova luce sulla possibile esistenza di vita in ambienti ghiacciati come p.e. anche altri pianeti o Marte.

Leggi tutto...

Il primo Mammut - una statuetta vecchia 35.000 anni

È la piú antica rappresentazione plastica conosciuta: una piccola sculptura lunga 4 cm ed con un peso di 7,5 grammi che rappresenta un mammut lanoso. Fine ottobre verra esposta per la prima volta in pubblico. L´artefatto é stato scoperto l´anno scorso da archeologi del museo di Tübingen in una grotta del Baden-Württemberg (Germania). Fu scoperta insieme ad altre quattro figure in avorio, ed viene datata a 35.000 anni. Gia nel 1931 nella grotta di Vogelherd furono trovati 11 lavori in avorio, che rappresentavano cavalli, mammuts ed orsi preistorici. Ora studenti di Tübingen hanno cercato nei scarti di quella storica campagna di scavo - piu di 112.000 litri di fango in 7000 sacchi.

Leggi tutto...

Aperto sentiero didattico sui ominidi di Caserta

È stato inaugurato un sentiero didattico, dedicato alle impronte scoperte di ominidi nel 2003, nei pressi di Caserta. Le impronte sono state attribuite alla specie Homo heidelbergensis ed datate a 385mila anni.

È stato inaugurato un sentiero didattico, dedicato alle impronte scoperte di ominidi, nei pressi di Caserta. La zone delle "Ciampate del Diavolo" o "Sentiero del Diavolo" si trova tra i paesi di Tora e Piccilli, ed é probabilmente uno dei luoghi paleontologici con impronta di umani piu antico del mondo. Conosciute gia da anni, appena nel 2003 sono state studiate col`aiuto di due paleontologi amatoriali ed un geologo dell´Universita di Padova. Le impronte sono state attribuite alla specie Homo heidelbergensis ed datate a 385mila anni. Si sono conservate grazie ad una eruzione vulcanica, ed sono state impresse nelle ceneri non ancora solidificate.

Info: http://it.wikipedia.org/wiki/Ciampate_del_Diavolo

Leggi tutto...

Aggiornamento Crollo nelle Dolomiti - Val Fiscalina

Dal Einserkofel (2698 m), nel Fischleintal (Val Fiscalina) si é staccato alle
9.30 di oggi probabilmente 40 m sotto la vetta un lastrone.

Finora sono caduti piu di 60.000 metri cubi di materiale, ma la situazione non si é ancora
stabilizzata. La zona é stata evacuata, fino all ´ultimo si è controllato se
nella zona c'erano escursionisti, al momento per fortuna sembra che non ci siano
ne feriti ne morti.
Una crepa al di sotto della vetta era gia stata notata 10 anni fa, ma
probabilmente le temperature calde di giorno, e fredde di notte negli
ultimi giorni ha destabilizzato il tutto.

Leggi tutto...

Ultima ora: crollata una vetta nelle Dolomiti

Nella valle di Fischlein (nei pressi di Dobbiacco), nelle Dolomiti alto atesine,
questa mattina é avvenuta un crollo di una vetta (Punta delle undici).
Al momento l´intera vallata é coperta da una nuvola di polvere.

Accertati 20 feriti. I servizi pubblici e di emergenza della vallata intera di Pusteria sono in servizio.

Leggi tutto...

Uova di Dinosauro nella Manatee County

  • Scritto da

Sarasota, Florida.

La passione di un ricercatore ha permesso di effettuare la scoperta di un Uovo di Dinosauro in Florida, e di poterlo analizzare tramite le più moderne tecniche di ricerca della medicina. L'uovo è stato analizzato infatti tramite un sistema moderno di Tomografia Asssiale Computerizzata. Tale sistema permette di suddividere un qualsiasi corpo in tanti fette come se fosse un panino, e così da suddividere il corpo ed analizzare il suo interno.

Leggi tutto...

Ritorna il leopardo delle nevi: successo di Ev-K2-Cnr

  • Scritto da

Nel Parco Nazionale dell’Everest accertata – anche mediante un’eccezionale prova fotografica – la presenza stabile di alcuni esemplari. Un’importante inversione di tendenza dopo l’estinzione nell’area, avvenuta negli anni ‘60

Il leopardo delle nevi, classificato come specie gravemente minacciata dall’International Union for the Conservation of Nature, ha fatto ritorno, in maniera stabile, nell’area del Parco Nazionale del Sagarmatha (il nome nepalese dell’Everest). A dare la notizia è l’équipe di ricerca in ‘Scienze ambientali’ di Ev-K²-Cnr, guidata dal prof. Sandro Lovari dell’Università degli Studi di Siena, che ha avviato un progetto su ‘Conservazione della biodiversità: la comunità di grandi mammiferi e la comunità ornitica’ e che da tempo si occupa della conservazione di questo grande carnivoro attraverso un progetto specifico del Comitato Ev-K²-Cnr ‘Vanishing tracks on the roof of the world’. 

Leggi tutto...

Le Foreste più antiche della Terra

Felci Fossili - Carbonifero - Copyright N.CosanniGiganti di Cladoxylopsid risolvono il mistero delle foreste fossili di Gilboa (New York)

Stati Uniti 385 milioni di anni fà, nello stato di New York (Stati Uniti), esistevano le foreste più antiche della Terra formate di Cladoxylopsid giganti alti almeno 8 metri. Era il famoso mistero delle radici fossili di Gilboa. Nel 1870, dopo un'alluvione in una cava vicino Gilboa, furono trovati resti di ceppi di alberi fossili con radici. La certezza che erano alberi ad alto fusto era evidente, ma quanto erano alti?

Da allora i ritrovamenti vennero nominati come il mistero di Gilboa, un mistero che si è risolto finalmente grazie ai ricercatori Linda Van Aller Hernick e Frank Mannolini del reparto di paleontologia del New York State Museum che hanno scoperto il fossile di una corona in un piccola cava di arenaria del Department of Environmental Conservation, a una quindicina di chilometri dal luogo di ritrovamento dei ceppi di Gilboa.

Leggi tutto...

Polizia scientifica per le Ossa Fossili

Calco di Giovane di Mammuth - Russia - Foto by N.CosanniPolizia scientifica per le Ossa Fossili. Non è uno scherzo, ma un gruppo di ricerca ha messo in atto tecniche e metodi della polizia scientifica stile CSI per ottenere risultati incredibili. Quale era l'obiettivo? Raccogliere ossa fossili di alcune migliaia di anni da cui estrarre con successo DNA. Come è nata l'idea? 

Le ossa fossili venivano una volta scavate, lavate, manipolate a mani nude da molte persone e perfino lucidate prima di essere esposte nei Musei. Tentando su varie centinaia di ossa raccolte nel passato in precedenti spedizioni scientifiche, l'estrazione di DNA dalle ossa, tutti i tentativi fallirono. 

Ecco il motivo di redigere un nuovo protocollo per lo scavo e la conservazione delle ossa. Il protocollo prevede che le ossa vengano scavate da esperti vestiti come i dottori del famoso telefilm CSI, camice bianco, guanti, mascherina, ecc...ecc.., che le ossa una volta scavate non vengano messe tutte insieme, ma ognuna separata nel proprio contenitore, ed addirittura congelate appena estratte dal terreno.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Paleontologia

Paleofox.com

Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi